It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Reimmaginare la medicina per migliorare e prolungare la vita delle persone: è questa la missione di Novartis, impegnata a scoprire e sviluppare trattamenti innovativi per far sì che raggiungano il maggior numero di persone possibile. 

Per realizzarla, Novartis si confronta in modo costante con le comunità dei pazienti e, insieme a oltre 162 Associazioni che rappresentano a livello mondiale oltre 200 milioni di pazienti, è stato definito il «Novartis Commitment to Patients and Caregivers».
Il Commitment mira a includere il punto di vista dei pazienti nel lavoro di ogni giorno, così come nei più importanti processi decisionali.  


Quattro pilastri 

Il documento si basa su quattro pilastri: 

  1. rispettare e comprendere il punto di vista dei pazienti, sollecitando e ascoltando i loro suggerimenti per prendere decisioni consapevoli, durante l’intero processo che va dallo sviluppo all’immissione in commercio dei medicinali; 
  2. ampliare l’accesso ai farmaci, utilizzando programmi di assistenza per i pazienti che hanno bisogno di terapie, modelli non-profit, donazioni di farmaci e, laddove necessario, altre opzioni per garantire ai pazienti l’accesso ai farmaci sperimentali anche prima della loro immissione in commercio; 
  3. condurre sperimentazioni cliniche in modo responsabile, coinvolgendo i pazienti sin dalle prime fasi del processo di sviluppo dei farmaci e rendendo le informazioni più facilmente comprensibili
  4. riconoscere l’importanza della trasparenza e della comunicazione, in particolare nella condivisione di informazioni riguardanti le interazioni coi professionisti della salute e le associazioni di pazienti. 


Pazienti sempre più coinvolti

Anche grazie all’impegno di Novartis nell’ambito dell’accesso ai farmaci, negli ultimi 4 anni:

  • sono stati raggiunti oltre 56 milioni di pazienti, grazie al «Novartis Global Health» e con programmi di supporto e donazioni;
  • 57 programmi di sviluppo clinico hanno integrato la prospettiva del paziente nell’impostazione e nella conduzione degli studi clinici
  • 150 sintesi semplificate degli studi clinici di fase 1-4 sono state condivise con oltre 27 mila partecipanti ai trial.


Altri progressi

Nel 2021, oltre a incrementare il coinvolgimento delle associazioni dei pazienti nel mondo, Novartis si è piazzata al terzo posto sia nella classifica di Corporate Reputation, definita in base al parere di oltre 1920 associazioni di pazienti, sia in quella di reputazione nelle aree «cancro», «disturbi neurologici» e «sclerosi multipla», e al secondo posto nella classifica di reputazione nelle «malattie autoimmuni». 

Quanto all’obiettivo di condurre sperimentazioni cliniche in modo responsabile, nel 2021 sono stati distribuiti ai pazienti questionari di feedback su 36 studi clinici, per ottenere informazioni sulle esperienze della loro partecipazione (hanno risposto oltre quattromila persone di 43 Paesi).

Sul versante dell’accesso ai farmaci, Novartis si è classificata seconda in base all’indice che valuta le prestazioni delle aziende nel fornire ai pazienti l’accesso alle terapie. Dal 1999 sono stati erogati un miliardo di trattamenti antimalarici, di cui oltre il 90% forniti senza profitto

L’impegno di Novartis è quello di continuare a cercare nuovi modi per integrare il punto di vista dei pazienti nel lavoro quotidiano e sostenere la loro voce.
 

Stai lasciando l'area PAG

Ora sarai reindirizzato su un contenuto dell'area pubblica