It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

A causa del caldo estivo i disturbi gastro-intestinali tendono a peggiorare. Gonfiore, mal di pancia, stipsi alternata a diarrea rovinano le vacanze a milioni di italiani, ma è possibile arginare queste problematiche e associare gusto a salute. Anzi, con il gusto è addirittura possibile migliorare la propria salute: ecco la tematica principale del progetto Consulcesi e Sanità In-formazione 'Gusto è Salute'. Si tratta di un’iniziativa dedicata alla formazione di medici di famiglia, nutrizionisti, infermieri e gli altri operatori sanitari per raggiungere la popolazione generale.

"Colite, disturbi dell'alvo, reflusso, gonfiore sono la spia di numerose problematiche che possono essere gestite con alimentazione funzionale e biotipizzata - spiega Serena Missori, endocrinologa nutrizionista e responsabile Gusto è Salute - Importante è non sottovalutarle e correre ai ripari, perché spesso questi sintomi sono la spia di qualcosa di più, come steatosi epatica, gastriti, colon irritabile, diverticolite e altre malattie infiammatorie e croniche intestinali. L'alimentazione ha ruolo chiave nell’insorgenza di tali problematiche".

Gusto è Salute - si legge in una nota - è un progetto formativo per aggiornare le proprie conoscenze in ambito nutrizionale, grazie alla collaborazione tra esperti di medicina e professionisti del mondo culinario. La modalità alterna contenuti teorici a preparazione pratica degli alimenti attraverso video e sessioni di show cooking, proprio come una puntata di Masterchef. La Ecm-series è costituita da 5 corsi dedicati alla dieta giusta per ipo e ipertiroidismo, infiammazione cronica silente, cellulite, intolleranze alimentari e problemi gastro-intestinali.

Per coniugare gusto e salute e preservare la tradizione culinaria del nostro Paese, è essenziale rivisitare la dieta mediterranea in ottica 'funzionale', introducendo alimenti e associando sapientemente ingredienti che possano contrastare l'insorgenza di malattie. La formazione svolge una funzione essenziale per sfatare alcuni falsi miti culinari e aggiornare le proprie credenze. Ad esempio, che la frittura faccia male e vada evitata. E invece la frittura stimola la secrezione di bile e facilita la pulizia intestinale. Ancora, l'avena deve tornare ad essere protagonista della dieta mediterranea perché contiene i beta-glucani che favoriscono il transito intestinale e fanno bene al microbiota. E per preservare il gusto, consumare il cioccolato fondente e la frutta secca.

La chef Marisa Maffeo, finalista a Masterchef, forte del suo trascorso da infermiera, realizza per Gusto è Salute ricette che coniugano perfettamente il gusto, il piacere culinario e la tutela della salute sulle indicazioni guida della dottoressa Missori.

I primi 50 professionisti sanitari che termineranno il corso, entro 2 mesi, riceveranno una healthy box con gli alimenti 'funzionali' e le ricette del corso. Un'iniziativa di gamification realizzata da Consulcesi Club per incentivare l'interazione e migliorare l'apprendimento. I partecipanti potranno cimentarsi in cucina e realizzare concretamente piatti in cui potranno riscontrare direttamente che, nella consapevolezza di ciò che è bene mangiare e nella giusta interazione tra gli alimenti, il Gusto è Salute.

09/07/2021

Curated Tags