It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Che cos'è la pneumologia?

Prevenzione e diagnosi
 

La pneumologia si occupa delle malattie dell'apparato respiratorio, e quindi dei polmoni, dei suoi annessi e delle vie respiratorie. I suoi obiettivi sono quelli di escludere, diagnosticare o monitorare un disturbo a carico di queste strutture indispensabili alla vita. Il consulto dello pneumologo può essere richiesto per accertare la natura di sintomi quali la sensazione di oppressione al torace e dolore, difficoltà nella respirazione, l'affanno a riposo, rumori e sibili durante la respirazione ma anche tosse persistente, espettorazioni di catarro magari con tracce di sangue oppure apnee notturne.

In cosa consiste la visita pneumologica

La visita pneumologica comprende una valutazione dell'anamnesi, durante la quale il medico raccogliere informazioni su sintomi, precedenti patologie e stile di vita: alimentazione, fumo, alcol, livello di attività fisica, lavoro svolto, assunzione di farmaci ed eventuali familiarità. Successivamente il medico passa all'esame obiettivo, che comprende l'auscultazione dei polmoni mediante il fonendoscopio. Lo pneumologo può richiedere alcuni test di laboratorio, come esami del sangue e dell'espettorato, e strumentali. Tra questi ultimi i principali sono la spirometria e gli esami di imaging come le radiografie toraciche e la risonanza magnetica, e la broncoscopia.'

Quali sono le patologie pneumologiche più diffuse?

Le vie respiratorie, e dunque bronchi e polmoni, possono essere colpiti da diverse condizioni di tipo infettivo, su base virale e batterica, infiammatorio e neoplastico. Tra le malattie più diffuse ricordiamo le bronchiti e le polmoniti, la tubercolosi, l'asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva, le pleuriti, l'enfisemasi sono tumore del seno, tumore del colon-retto, tumore del polmone, tumore dell’utero, tumore della prostata, tumore della vescica e tumore della tiroide.

 

Cerca e consulta i contenuti relativi a questa area terapeutica

PNEUMOLOGIA - FOTO AREA TERAPEUTICA

Procedure avanzate di diagnosi e terapia

Un'importante sottospecialità della pneumologia è rappresentata dalla pneumologia interventistica, che comprende le attività di endoscopia toracica (broncoscopia) finalizzate alla diagnostica e, contemporaneamente, alla terapia di alcune patologie pneumologiche. Tra queste vanno citati il lavaggio broncoalveolare e la laserterapia, ma anche procedure diagnostiche come le biopsie e l'agoaspirato transbronchiali. Lo pneumologo interventista può inoltre impiegare l'endoscopia toracica per il posizionamento di endoprotesi.

Cos'è la broncoscopia
 

La broncoscopia è un esame endoscopico che consente di ispezionare le vie aeree ed eventualmente di raccogliere campioni di liquido e tessuti da analizzare. Consente di stabilire quali agenti patogeni hanno provocato un’infezione polmonare, diagnosticare un tumore o altre malattie pneumologiche verificando inoltre l'origine di eventuale sangue nell'espettorato.

L'impiego della spirometria

La spirometria consente di misurare quanta aria contengono i polmoni e come questa si muove attraverso i bronchi. Utile a diagnosticare e a monitorare varie patologie che possono portare a una riduzione del volume respiratorio, come ad esempio l'asma, la spirometria viene effettuata con un apparecchio che, tramite un tubo e un boccaglio dentro al quale il paziente è chiamato a respirare, valuta vari fattori della capacità polmonare.

Rx torace
 

L'esame radiografico del torace resta ancora oggi un punto di riferimento nella diagnosi di diverse patologie polmonari. Ad esempio quelle infettive, come polmoniti, broncopolmoniti, pleuriti e tubercolosi, ma anche ascessi, fibrosi polmonari, versamenti pleurici e lesioni tumorali. Si tratta di una metodologia che fa uso di radiazioni ionizzanti, ma presenta certamente meno rischi rispetto al passato.