It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

03PEDLAIl-ruolo-del-logopedista-nella-gestione-dei-pazienti-con-SMA

L’atrofia muscolare spinale (SMA) è una malattia neuromuscolare degenerativa rara che determina la scarsa produzione di una proteina necessaria al funzionamento dei motoneuroni, ovvero i neuroni che conducono i segnali dal sistema nervoso centrale ai muscoli e ne controllano il movimento. La SMA provoca quindi una progressiva debolezza muscolare fino ad arrivare all’atrofia, e interessa soprattutto gli arti inferiori e i muscoli respiratori.

Negli ultimi anni la ricerca ha fatto notevoli passi in avanti nella sfera dei trattamenti, apportando nuove speranze ai malati, un’aspettativa di vita più lunga e un miglioramento della qualità della vita. In questo quadro si colloca anche il ruolo importante che può svolgere la figura di un logopedista nei processi riabilitativi connessi a questa patologia.

Varianti della SMA e importanza del logopedista

Un approccio terapeutico completo deve tenere conto di diversi aspetti e la logopedia si è rivelata essere un tassello importante. L’ipotonia muscolare, ovvero la riduzione del tono muscolare, ha infatti conseguenze anche sui muscoli facciali, con effetti negativi su deglutizione, suzione e articolazione del linguaggio.

Esistono quattro diverse varianti di atrofia muscolare spinale, distinte a seconda del momento di esordio e della gravità dei sintomi. La SMA di tipo 1 è la forma più grave, esordisce prima dei 6 mesi e richiede supporto respiratorio continuo già dalla primissima infanzia. Proprio per questi pazienti la figura del logopedista diventa fondamentale per aiutare e migliorare lo svolgimento delle attività quotidiane.

Ambiti di supporto del logopedista

Il logopedista non è, come molti credono, un professionista dedicato esclusivamente alla riabilitazione del linguaggio: i suio ambiti di interesse riguardano l'intera motilità del cavo orale, di laringe e faringe. I pazienti con SMA infatti possono mostrare gravi difficoltà non solo nella parola ma anche nella deglutizione. Per questo il logopedista deve occuparsi anche dell’alimentazione: è chiamato infatti a definire la giusta consistenza del cibo, che deve essere il più possibile omogenea per chi soffre di ipotonia generalizzata, mentre per chi conserva ancora una buona masticazione è consigliata un’alimentazione solido-morbida, sempre però molto ben cotta. Vanno evitati cibi con consistenze diverse, come per la pastina in brodo, o alimenti asciutti e secchi.

Un altro aspetto rilevante che può essere gestito dal logopedista è la migliore postura per mangiare, che può variare a seconda dell’età del paziente e dal tipo di alimentazione: allattamento al seno, biberon o normale. Nei pazienti in grado di tenere la testa sollevata in maniera autonoma viene per esempio raccomandata la postura seduta, con il capo leggermente in avanti: in questo modo viene facilitata la chiusura di tutte le vie aeree ed evitata la polmonite da ingestione.

Ovviamente anche la comunicazione è spesso molto difficoltosa nel paziente con SMA a causa dell’alterazione della muscolatura orofacciale che può comportare l’inabilità a produrre alcuni movimenti che regolano il linguaggio, ovvero la disartria. Dalla logopedia arriva un prezioso contributo sotto forma di training motorio volto a incrementare la mobilità di lingua, labbra, guance e palato molle e di esercizi basati sulla respirazione e su specifici suoni.

Un supporto necessario

Questi diverse attività e le relative indicazioni definite in maniera personalizzata, dietro attenta valutazione della situazione specifica, possono offrire notevoli benefici al malato e, nello stesso tempo, ai familiari che lo assistono e che, soprattutto in caso di varianti particolarmente gravi di SMA, necessitano di un supporto concreto e professionale per riuscire a gestire con più consapevolezza, efficacia e tranquillità un compito così impegnativo.

Logopedia e SMA: scopri nel video i dettagli di questo legame

Nei pazienti di SMA il logopedista è fondamentale non solamente nella riabilitazione del linguaggio ma anche nel migliorare consistenza e somministrazione del cibo.