It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Covid. Il medico di famiglia è decisivo nel ridurre l'impatto dell'infezione su anziani e soggetti fragili

Quando a prendersi cura del paziente positivo al virus Sars-Cov2 o con Covid-19 è il medico di medicina generale, si riducono drasticamente i ricoveri e si dimezza la mortalità. Lo dimostra uno studio italiano che è particolarmente interessante perché ha coinvolto i pazienti con Covid più vulnerabili, perché anziani o con altre patologie. Quella che potrebbe sembrare un’osservazione di buonsenso è stata dimostrata con solidi dati statistici, rivelati in studio di coorte retrospettivo sulla popolazione residente in provincia di Milano e Lodi (127.735 arruolati) di età superiore ai 70 anni, con condizioni croniche specifiche (diabete, disturbi cardiovascolari).

Lo studio, pubblicato sul Bmj Open, ha utilizzato un sistema matematico (un algoritmo predittivo) in grado di definire, in base a diversi parametri (età e malattie già presenti), il rischio di mortalità globale del paziente. I partecipanti allo studio sono stati divisi in classi di livello di rischio di morte per infezione da Covid-19 per definire il tipo di cure da somministrare.

Il gruppo ad alto rischio è stato assegnato alla presa in carico da parte del medico di famiglia per il triage telefonico e la consultazione da remoto. La coorte ad alto rischio è stata divisa in due gruppi in base al tipo di gestione attivata: non contattati rispetto ai contattati.

I pazienti con aumentato rischio di morte erano 127.735. I pazienti non ad alto rischio di morte erano 495.669 e non sono stati inclusi nello studio. Tra i soggetti ad alto rischio, 79.110 sono stati inclusi, ma non contattati dai loro medici di medicina generale, mentre 48.625 sono stati inclusi e contattati dal loro medico di famiglia.

Lo studio mostra che quando il medico di medicina generale contatta i pazienti con Covid e ad alto rischio di morte, si riduce del 70% il rischio di un ricovero in ospedale e si abbassa del 50% il rischio di mortalità per Covid-19, rispetto ai pazienti non contattati dal loro medico.

02/04/2021

Curated Tags