It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

La psoriasi e l’artrite psoriasica sono due patologie legate fra loro: proviamo a capire meglio quali siano gli elementi che le accomunano, come può avvenire l’evoluzione dall’una all’altra e quali siano i campanelli d’allarme da tenere sotto controllo.

Le caratteristiche della psoriasi

Innanzitutto, bisogna sottolineare che sia la psoriasi che l’artrite psoriasica sono patologie infiammatorie. Il sistema immunitario, in questi casi, attacca il corpo stesso per cause ancora sconosciute, inducendo la comparsa dei tipici sintomi di queste patologie.

Per quanto riguarda la psoriasi, si tratta di una patologia cronica non trasmissibile, che colpisce circa il 3% della popolazione mondiale. Le sue manifestazioni visibili interessano la pelle, con la presenza di placche rossastre in rilievo ricoperte da squame bianche argentee. Queste placche sono di solito concentrate nelle zone dei gomiti, delle ginocchia, dei palmi delle mani, delle piante dei piedi, dell’area lombosacrale e del cuoio capelluto, causando generalmente prurito, bruciore e dolore. Esistono diversi tipi di psoriasi, a seconda della gravità, della zona di insorgenza o della tipologia.

Nonostante le apparenze, la psoriasi non è solo una patologia cutanea, ma una malattia a carattere sistemico che può coinvolgere diversi organi e apparati, oltre ad avere pesanti effetti dal punto di vista psicologico e sociale. A livello di comorbidità, si riscontra spesso la presenza di altre patologie, come quelle cardiovascolari, infiammatorie croniche, l’uveite e la sindrome metabolica.

Evoluzione da psoriasi ad artrite psoriasica

In questo contesto si colloca anche il legame con l’artrite psoriasica, che si sviluppa nel 30% circa dei pazienti con psoriasi e rappresenta la principale comorbidità. È una patologia cronica immuno-mediata caratterizzata da una diffusa infiammazione muscoloscheletrica. La sua incidenza è compresa fra 3,4 e 8 casi per 100.000 persone, con una prevalenza stimata attorno a 0,5%-1% della popolazione.

Esiste un 10-20% di casi in cui la diagnosi di artrite psoriasica viene fatta in un soggetto che non ha mai avuto manifestazioni cutanee e che quindi viene chiamata artrite psoriasica sine psoriasis; spesso, invece, la sua comparsa avviene in presenza di psoriasi. Mediamente, la comparsa dell’artrite psoriasica avviene circa 10 anni dopo le prime manifestazioni della psoriasi, ma nel 40% dei pazienti affetti da psoriasi la diagnosi di artrite psoriasica rimane misconosciuta. Queste condizioni presentano ampi margini di miglioramento, a livello di diagnosi precoce e appropriatezza terapeutica.

L’artrite psoriasica, infatti, se non trattata in tempo e adeguatamente, può comportare serie conseguenze, come deformazioni articolari e disabilità. L’85% delle persone affette da artrite psoriasica, però, prima di avvertire problematiche alle articolazioni, sperimenta problemi cutanei e associati alla psoriasi e onicopatia, oltre ad altri segnali che vanno presi seriamente in considerazione.

Campanelli d’allarme dell'artrite psoriasica

Alla luce di questi dati, le persone affette da psoriasi dovrebbero prestare molta attenzione all'insorgere di alcuni sintomi, che possono manifestarsi lentamente oppure in maniera molto rapida e variare significativamente da persona a persona.

I segnali da monitorare sono:

  • affaticamento generalizzato;
  • dolore e gonfiore dei tendini;
  • gonfiore a dita di mani e piedi;
  • rigidità, dolore pulsante e gonfiore alle articolazioni;
  • riduzione dei movimenti;
  • rigidità e stanchezza che compaiono alla mattina.

Un altro elemento da non trascurare è la comparsa di psoriasi ungueale, che è caratterizzata da alterazioni della struttura dell'unghia, con fenomeni di ispessimento della lamina, comparsa di striature trasversali o depressioni puntiformi e di un aspetto simile a unghie con infezioni micotiche. La psoriasi dell’unghia è spesso l’unico segnale visibile dell’artrite psoriasica.

Questi sintomi devono essere considerati come campanelli d’allarme e indurre il soggetto affetto da psoriasi a sottoporsi a una visita medica, in modo da stabilire l’effettiva presenza di artrite psoriasica e intervenire in maniera tempestiva con la terapia più adeguata.