It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

La coronografia, o angiografia coronarica, è un esame radiologico di tipo invasivo che viene effettuato in anestesia locale e che serve per valutare la funzionalità cardiaca. Esso consente di visualizzare le coronarie, ossia le arterie che si ramificano sulla parte esterna del cuore, a sinistra e a destra, e che provvedono a fornire ossigeno al muscolo cardiaco (miocardio).

L’analisi è prescritta nei casi in cui si manifestino sintomi quali:

  • dolore al petto (angina pectoris);
  • dolore al collo e/o al braccio;
  • dolore inspiegabile alla bocca dello stomaco;
  • fiato corto.

La coronografia è inoltre indicata nei casi di difetti congeniti del cuore, di difetti delle valvole cardiache, di insufficienza cardiaca. Essa serve inoltre per pianificare delicati interventi chirurgici al cuore, come l’angioplastica coronarica, e per tenere sotto controllo gli esiti di un intervento alle coronarie, come il bypass coronarico.

In cosa consiste l’esame?

L’esame si effettua introducendo un piccolo catetere nei vasi sanguigni (solitamente tramite l’arteria femorale) che rilascia un mezzo di contrasto utile a rendere visibili le coronarie tramite i raggi X. L’indagine permette di osservare in tempo reale se le coronarie sono ostruite da coaguli, placche di colesterolo o se presentano dei restringimenti (stenosi).

La coronografia presenta alcuni rischi, per l’introduzione del catetere nel sistema vascolare, per il rilascio di un mezzo di contrasto che in alcuni casi potrebbe provocare reazioni allergiche e perché ci si sottopone alle radiazioni del macchinario. Viene quindi prescritta dal cardiologo solo se strettamente necessaria.

Come ci si prepara?

Il paziente deve presentarsi all’esame a digiuno da almeno otto ore. Nei giorni precedenti, è necessario incontrare il proprio cardiologo per una visita approfondita e per gli accertamenti clinici utili a stabilire se si è idonei all’esame. Su indicazione del medico, eventuali terapie farmacologiche potrebbero venire sospese il giorno dell’esame (farmaci per il diabete o per disturbi cardio-vascolari, per esempio).

Curated Tags