It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

I brufoli, detti anche foruncoli o pustole, sono una manifestazione della pelle molto comune rappresentata da piccoli rilievi contenenti pus o materia grassa (sebo), che compaiono prevalentemente su viso, collo, torace, spalle e schiena. Essi sono i segni tipici dell’acne giovanile, infiammazione che colpisce i follicoli piliferi e le ghiandole sebacee annesse provocando un accumulo di sebo e la formazione, appunto, di brufoli.

Quando sono infiammati, i brufoli possono provocare bruciore, ma è soprattutto l’aspetto estetico-psicologico a rappresentare un problema per chi ne è affetto con frequenza e per periodi prolungati, specialmente quando interessano buona parte del volto e in età puberale. 

Quali sono le cause?

Le principali cause dell’insorgere dei brufoli sono:

  • squilibrio ormonale;
  • produzione eccessiva di sebo;
  • presenza di batteri;
  • uso di cosmetici che impediscono alla pelle di respirare;
  • alcuni farmaci;
  • stress psicologico.

Prevenzione

Per chi soffre di brufoli e acne, la prima raccomandazione è quella di evitare di sfregare, schiacciare o spremere le lesioni, perché potrebbero lasciare cicatrici permanenti. Si consiglia inoltre di non applicare creme sul volto (neppure solari), non fare uso di cosmetici in crema (fondotinta), pulire il viso con detergenti non schiumogeni, struccarsi sempre prima di andare a dormire per consentire alla pelle di respirare, evitare indumenti attillati.

Curated Tags