It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

L’adiposità localizzata, meglio nota come cellulite, è un’infezione batterica che interessa cute e tessuto sottocutaneo. L’inestetismo si manifesta su fianchi, cosce, glutei e addome con la comparsa della cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”, fossette irregolari e micro cavità associate a piccoli noduli del tessuto grasso sottocutaneo. Colpisce il 90 per cento delle donne, indipendentemente dall'età e dalla forma fisica, e sempre più spesso riguarda anche gli uomini.

Quali sono i sintomi?

La cellulite si manifesta principalmente su glutei, cosce, addome, fianchi e talvolta anche spalle e braccia, con i seguenti segni:

  • pelle a materasso (o “a buccia d’arancia”);
  • cuscinetti sporgenti;
  • increspature della pelle;
  • noduli di grasso duri al tatto;
  • edemi localizzati (a causa della ritenzione idrica) intorno a caviglie, polpacci, cosce e braccia.

Nelle forme più gravi è associata a: arrossamento, dolore e indolenzimento della parte interessata.

Quali sono le cause?

La cellulite è considerata un inestetismo cutaneo e non una vera e propria patologia. Per questo definirne le cause è complesso. Tuttavia si ipotizza che all’origine ci sia una combinazione di più fattori: ormonali, genetici, alterazioni del tessuto adiposo, disturbi del metabolismo, disordini nutrizionali, disturbi del sistema micro circolatorio, alterazioni nel sistema linfatico e infiammazioni.

Come si diagnostica

Per accertare che si tratti di cellulite la prima diagnosi è quella visiva che può fare la persona stessa con la palpazione della pelle nelle zone maggiormente colpite. Un dermatologo, ma anche lo stesso medico di famiglia, confermerà o meno l'autodiagnosi, raccomandando le precauzioni da prendere per diminuire gli inestetismi. Lo specialista, oltre all’anamnesi del paziente (stile di vita, peso ponderale, assunzione di farmaci, abitudine al fumo), eseguirà anche esami per accertare condizioni di stasi o di insufficienza venosa cronica degli arti inferiori; doppler e l’ecografia.

Trattamenti

Combattere la cellulite non è cosa facile. Possono comunque aiutare alcuni trattamenti, tra i quali: perdita di peso ponderale, seguire un regime alimentare sano ed equilibrato, praticare sport o un’attività fisica costante soprattutto di tipo aerobico, ridurre il consumo di sale e di bibite dolcificate. Massaggi che stimolano la circolazione di linfa e sangue possono rappresentare un beneficio ma per i casi più gravi l’opzione è la liposuzione, un intervento invasivo ma non risolutivo se non si adotta uno stile di vita corretto, oltre ad utilizzare capi di vestiario comodi e non troppo stretti e ad indossare scarpe con tacchi non eccessivamente alti.

Curated Tags