It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

L’ebola è un virus che si trasmette attraverso i fluidi corporei di animali e persone infette, e che provoca una malattia denominata febbre emorragica, spesso mortale. Il virus, scoperto nel 1976 nella Repubblica Democratica del Congo, colpisce soprattutto l’uomo e i primati, ma è stato riscontrato anche in suini, antilopi e pipistrelli della frutta.

Il tempo di incubazione varia da 2 a 21 giorni. Se non si interviene con cure tempestive, l’infezione progredisce velocemente e può rivelarsi letale nel 50-90% dei casi.

Come si trasmette l’ebola?

Il virus può essere trasmesso dagli animal all’uomo, e da persona a persona. La trasmissione avviene con il contatto diretto di mucose o ferite con i liquidi corporei (sangue, saliva, urine, feci, sperma) di chi è malato. È possibile contagiarsi anche entrando in contatto con un animale selvatico infetto o morto, o con oggetti contaminati da fluidi infetti di pazienti malati, quali vestiti e biancheria da letto o guanti, dispositivi di protezione individuale, rifiuti speciali e aghi usati.

Quali sono i sintomi?

I sintomi tipici di un’infezione da ebola sono:

- febbre:
- mal di testa;
- mal di gola;
- dolori muscolari e articolari;
- spossatezza;
- vomito;
- diarrea;
- insufficienza renale ed epatica;
- emorragie interne o esterne.

 

Come si previene l’infezione da ebola?

In assenza di un vaccino autorizzato per la malattia da virus ebola, è importante adottare alcune misure di prevenzione:

- ridurre il contatto con animali infetti ad alto rischio (pipistrelli della frutta, scimmie, primati);
- cuocere i prodotti di origine animale prima di mangiarli, in particolare la carne;
- indossare guanti e dispositivi di protezione individuale, se in contatto con persone malate;
- lavarsi accuratamente le mani, se si è entrati in contatto con persone infette.

Curated Tags