It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

La gastrite è un'infiammazione della parete interna dello stomaco causata da un’infezione batterica (Helicobacter pylori) ma a scatenare la patologia possono contribuire anche l’assunzione eccessiva di farmaci antinfiammatori e antidolorifici, l’abuso di alcol, stress e fenomeni autoimmuni.

Quali sono i sintomi?

Il più delle volte la gastrite non dà sintomi. Nelle forme acute invece, si manifestano i seguenti segnali:

  • bruciore localizzato;
  • dolore localizzato (entrambi diminuiscono una volta ingerito del cibo);
  • crampi allo stomaco;
  • acidità di stomaco;
  • nausea;
  • vomito;
  • difficoltà a digerire;
  • sensazione di pienezza dopo i pasti;
  • emorragie gastrointestinali.

Se il bruciore aumenta dopo i pasti è molto probabile che si tratti di reflusso gastroesofageo.

Quali sono le cause?

La gastrite si manifesta quando la barriera difensiva dello stomaco si indebolisce. Tra le cause di questo indebolimento:

  • fumo;
  • abuso di alcol;
  • cibi grassi;
  • cibi fritti;
  • stress;
  • infezione batterica da Helicobacter pylori;
  • consumo regolare di farmaci antinfiammatori e antidolorifici;
  • fenomeni autoimmuni (gastrite atrofica);
  • invecchiamento fisiologico;
  • reflusso biliare.

Come si diagnostica?

In caso di sintomi di gastrite, oltre alla visita medica vanno eseguiti: endoscopia e gastroscopia. Per verificare la presenza del batterio Helicobacter pylori è necessario un esame specifico del respiro o delle feci.

Curated Tags