It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

L’ipertensione arteriosa, o pressione alta, è una condizione patologica molto diffusa che si verifica quando la pressione del sangue nelle arterie è più elevata della norma. Si tratta di una condizione costante, quindi presente anche a riposo, ed è un fattore di rischio per l’insorgere di malattie cardiovascolari, quali infarto, ictus, angina pectoris, specialmente nelle donne in menopausa.

L’ipertensione può essere sistolica, quando è il valore della pressione massima ad essere superiore alla norma; diastolica, quando riguarda la minima; o sisto-diastolica, quando riguarda i valori di massima e minima insieme. I valori normali in un paziente adulto corrispondono a 140/85 millimetri di mercurio (mmHg).

I sintomi dell’ipertensione

Solitamente l’ipertensione è asintomatica, ma ci sono alcuni segnali che, seppur non specifici, possono indicare un innalzamento della pressione arteriosa, quali:

  • mal di testa, soprattutto al mattino;
  • acufeni;
  • visione di puntini luminosi;
  • perdita di sangue dal naso;
  • vertigini.

Quali sono le cause?

Nel 95% dei pazienti, la pressione alta non ha una causa precisa: in tal caso, si parla di ipertensione arteriosa primaria o essenziale. L’ipertensione secondaria è invece provocata da altre malattie, come quelle che interessano il cuore o i reni. Anche l’assunzione di alcune sostanze possono innalzare i valori pressori: tra queste, il cortisone, la pillola contraccettiva, la cocaina, le amfetamine. Esistono tuttavia dei fattori di rischio che predispongono alla pressione alta, quali:

  • la presenza in famiglia di casi di ipertensione;
  • l’età avanzata, che tende a innalzare in particolare la pressione sistolica;
  • sovrappeso e obesità;
  • diabete;
  • il vizio del fumo;
  • una dieta ricca di sale e povera di potassio;
  • l’abuso di alcolici;
  • lo stress psico-fisico;
  • squilibri ormonali;
  • la scarsa abitudine all’esercizio fisico.

Trattamenti

Il trattamento della pressione alta, specialmente quando è lieve, consiste principalmente in una correzione dello stile di vita: ridurre il sale nella dieta, mangiare molta frutta e verdura, svolgere attività fisica regolare, smaltire i chili di troppo, smettere di fumare, bere pochi alcolici. Se questo non basta, o se la pressione è particolarmente elevata, occorrerà fare ricorso ai farmaci antiipertensivi; ne esistono di diversi tipi, perciò la terapia va definita con il proprio medico.

Curated Tags