It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Il melanoma è un tumore maligno della pelle che origina dai melanociti, le cellule che producono la melanina, responsabile quest’ultima della colorazione della nostra cute. I melanociti sono presenti in quantità maggiore nei nei; tra le cause che possono provocare la loro riproduzione incontrollata ci sono l’esposizione al sole e ai raggi UV e altri fattori.

È più frequente nei giovani ed è uno dei tumori più comuni che si possono sviluppare sotto i 50 anni; colpisce in particolare le persone con una pelle chiara e le donne.

Come si riconosce un melanoma?

Il melanoma può manifestarsi in qualsiasi porzione di cute, con una maggiore incidenza sulle gambe per le donne e sul dorso per gli uomini, e può formarsi a partire da un neo o ex-novo. Altre sedi in cui può svilupparsi, ma più raramente, sono occhi, unghie, bocca, genitali.

I tratti che differenziano un melanoma da un semplice neo sono:

- asimmetria;
- bordi irregolari;
- colore disomogeneo;
- diametro superiore ai 6 mm;
- crescita rapida.

Come si previene?

Per prevenire il melanoma è consigliabile limitare l’esposizione al sole e alle lampade UV, e in caso di esposizione proteggersi adeguatamente con apposite creme. È inoltre opportuno effettuare periodicamente un'attenta autoispezione dei nei della pelle, e se si riscontra un’anomalia, rivolgersi quanto prima al proprio dermatologo per una visita.

La diagnosi precoce è di fondamentale importanza e può essere effettuata tramite un accurato esame clinico, che include:

- valutazione dei soggetti a rischio, in base a fototipo, tipo e numero di lesioni pigmentate cutanee, eventuali fattori genetici, ambientali e di malattia intercorrente;
- dermatoscopia, ovvero l’osservazione dei nei tramite un microscopio ad epiluminiscenza, per esaminarne l’interno;
- esame istologico tramite biopsia cutanea o asportazione della lesione

Trattamenti per il melanoma

Nella maggior parte dei casi, il melanoma viene asportato chirurgicamente. Ove l’intervento non basti a rimuovere tutte le cellule tumorali, sarà necessario ricorrere ad altri trattamenti, quali:

- targeted therapy, composta da farmaci che colpiscono particolari bersagli molecolari della cellula tumorale;
- immunoterapia, che agisce sul sistema immunitario e lo attiva per reagire contro le cellule tumorali;
- radioterapia, che distrugge le cellule tumorali tramite l’utilizzo di raggi X o fotoni solo sulla regione malata; viene utilizzata in casi selezionati.
- chemioterapia, ossia l’iniezione o assunzione per via orale di farmaci in grado di distruggere le cellule tumorali; con l’avvento dei nuovi trattamenti con targeted therapies e immunoterapia questa opzione terapeutica viene utilizzata solamente in casi selezionati e se non hanno funzionato gli altri trattamenti

Curated Tags