It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Il bruciore di stomaco, detto anche acidità gastrica, è una sensazione più o meno forte di bruciore che insorge nello stomaco e, a ondate, tende a risalire verso l’esofago e la faringe. È una condizione molto comune che può essere data da stress, ansia, alcol, pasti troppo abbondanti o pesanti, farmaci.

Al bruciore si accompagna spesso il reflusso di succo gastrico. Altri sintomi associabili sono:

  • asma;
  • difficoltà di deglutizione;
  • nausea e vomito;
  • tosse secca e persistente;
  • erosione dentale;
  • respiro sibilante.

Quali patologie si possono associare al bruciore di stomaco?

Il bruciore di stomaco può essere anche la spia di alcune malattie quali:

  • ulcera gastrica o duodenale;
  • reflusso gastroesofageo;
  • ernia iatale;
  • esofagite;
  • gastrite;
  • infarto del miocardio;
  • indigestione e intolleranze alimentari;
  • angina pectoris e coronaropatia;
  • tumore allo stomaco.

Come si cura?

Per curare il bruciore di stomaco occorre individuarne le cause e risolvere il problema alla base. Per attenuarne gli effetti nell’immediato si possono assumere medicinali anti-acido o ricorrere a rimedi naturali come il bicarbonato di sodio e il latte.

Se il bruciore persiste per alcuni giorni è opportuno rivolgersi a un medico.

Curated Tags