It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

L’insonnia è un disturbo del sonno che consiste nella difficoltà di addormentarsi o di dormire ininterrottamente per un buon numero di ore. È una condizione che intacca la qualità della vita anche durante il giorno, poiché induce sonnolenza diurna e difficoltà di concentrazione, in alcuni casi anche ansia e depressione.

L’insorgere dell’insonnia è facilitato da alcune cattive abitudini, come ad esempio mangiare pesante la sera, assumere troppa caffeina, coricarsi a orari sempre diversi, portarsi tablet e smartphone a letto e usarli fino a tarda ora. Tuttavia il disturbo può essere anche la spia di alcune patologie.

Quali patologie possono provocare l’insonnia?

Le patologie che possono compromettere il buon sonno sono:

  • ansia;
  • depressione;
  • apnee notturne;
  • cefalea;
  • disturbo bipolare;
  • dermatite atopica;
  • intolleranze alimentari;
  • ipertiroidismo;
  • ipogonadismo maschile;
  • sifilide;
  • sindrome premestruale.

Quali sono i rimedi contro l’insonnia?

Per facilitare il sonno si possono assumere farmaci specifici (sedativi, sonniferi), integratori a base di melatonina o rimedi erboristici (valeriana, camomilla e altri). In assenza di patologie precise, l’insonnia può essere correlata a problemi emotivi non risolti, per cui la psicoterapia può essere di aiuto.

In ogni caso, quando l’insonnia assume forme invalidanti e intacca il benessere psicofisico, è bene rivolgersi a un medico.

Curated Tags