It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

La ritenzione idrica è la tendenza a trattenere i liquidi nei tessuti, ed è un fenomeno molto diffuso, in particolare tra le donne. Si presenta sotto forma di un insolito rigonfiamento (edema), in particolare nelle aree di cosce, glutei e addome.

Il sovrappeso è uno dei principali fattori responsabili di ritenzione idrica. Possono contribuire all’insorgenza del disturbo anche:

  • assunzione di pillola anticoncezionale;
  • ciclo mestruale;
  • clima caldo;
  • stato di gravidanza;
  • insufficienza venosa cronica;
  • alcuni farmaci, tra cui quelli per l’ipertensione;
  • stare in piedi per molto tempo.

Quali patologie sono associabili alla ritenzione idrica?

Alcune delle patologie che possono accompagnare il disturbo sono:

  • cirrosi epatica;
  • enfisema;
  • insufficienza renale;
  • intolleranze alimentari;
  • ipotiroidismo;
  • reazioni allergiche;
  • scompenso cardiaco;
  • sindrome premestruale.

Quali sono i rimedi?

In assenza di patologie specifiche, il miglior rimedio contro la ritenzione idrica è un corretto stile di vita. Innanzitutto svolgere regolarmente attività fisica, per favorire il microcircolo. Evitare poi di: fumare, bere troppi alcolici e caffè, mangiare cibi molto salati.

Si consiglia inoltre di bere molta acqua e di consumare tanta frutta e verdura contenenti vitamina C. Anche una sauna o bagno turco possono aiutare a drenare naturalmente i liquidi, così come una tisana drenante, a base di betulla per esempio.

Curated Tags