It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

La stanchezza, o astenia, è una sensazione piuttosto comune caratterizzata da una mancanza di forze e dall’urgenza di riposarsi, che può presentarsi in maniera occasionale (a seguito di uno sforzo psico-fisico intenso o l’assunzione di alcuni farmaci), prolungarsi nel tempo (in caso di tiroide lenta) o essere cronica (sindrome da stanchezza cronica).

Nei pazienti anziani è più frequente che un’astenia improvvisa sia il primo sintomo di una malattia: quando si manifesta non va quindi sottovalutata o ritenuta un effetto normale dell’età avanzata.

Quali patologie si possono associare alla stanchezza?

Quasi tutte le malattie, gravi e meno gravi, provocano spossatezza. Tuttavia, ce ne sono alcune che hanno la stanchezza tra i sintomi principali, come per esempio:

  • anemia;
  • diabete;
  • ipotiroidismo;
  • depressione;
  • encefalomielite mialgica;
  • disturbi del sonno (apnea notturna, insonnia).

Altre patologie associabili alla stanchezza sono:

  • broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO);
  • fibromialgia;
  • infarto del miocardio;
  • insufficienza epatica o renale;
  • ipoglicemia;
  • ipotensione;
  • mononucleosi;
  • tumore.

Quando rivolgersi al medico?

Se la stanchezza non si risolve con il riposo, ed è ricorrente e duratura a tal punto da incidere sulla qualità della vita del paziente, è bene consultare un medico che valuterà se sono necessari degli accertamenti clinici e quali.

Curated Tags