It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Lo studio: “La pesca allunga la vita. Degli anziani”

La pesca: passatempo o attività fisica per pigri? Nulla di tutto ciò: è un vero e proprio sport toccasana, che fa bene alla salute mentale e fisica, soprattutto degli anziani. Lo sostiene Francesco Landi, direttore dell’Unità operativa di medicina interna geriatrica del Policlinico Gemelli Irccs e presidente della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg): "La pesca allena perfettamente la componente fisica e quella psicologica - spiega - è un esercizio equilibrato di corpo e mente a cominciare dal sistema di coordinamento neuromuscolare, favorisce l’ossigenazione e rilassa la mente mettendo a stretto contatto con la natura, con ricadute positive anche sull’aspetto cognitivo e dell’umore".

Restare infatti per qualche ora a pescare, in riva a un fiume o al lago o sul molo di un porto, ha benefici effetti su tutto l’organismo. Per questo i Giochi del Mare, che si sono svolti a Vasto a inizio giugno, sono stati un’occasione per combattere l’invecchiamento e avviare il progetto 'Sprint Fishing' della Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee (Fipsas), in collaborazione con il dipartimento di Geriatria e Ortopedia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e la Sigg, dedicato agli over 65 per valutare l’impatto dell’attività di pesca sportiva nella prevenzione della fragilità.

"L’iniziativa nasce per incentivare l’attività fisica e una corretta prevenzione attraverso la conoscenza e la pratica delle discipline sportive Fipsas, che comprendono anche la pesca – precisa Landi - L’esercizio fisico, non solo nei giovani ma anche nelle persone di una certa età, è infatti essenziale per prevenire la fragilità e la disabilità. A Vasto abbiamo proposto valutazioni del longevity check up (livello di attività fisica, dieta, peso, pressione arteriosa, colesterolo e glicemia), seguite da esercitazioni pratiche secondo il protocollo Sprint, che consiste nell’associare alla passeggiata per raggiungere il fiume o il lago anche una serie di esercizi, insegnati dai nostri istruttori e da quelli federali della FipsaS, affinché questa attività possa diventare ancora più efficace sul piano della prevenzione”.

Il progetto Sprint Fishing avrà una durata di 18 mesi e si svolgerà in diverse città italiane, tra cui Ferrara, Roma e Salerno, coinvolgendo esperti della Sigg.

07/06/2021

Curated Tags