It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Giovani  più a lungo con la dieta nutraceutica: è possibile?

La sindrome metabolica è una malattia sistemica ed è associata a una serie di complicazioni metaboliche e cardiovascolari, che aumentano morbilità e mortalità. Tale condizione presenta un rischio due volte maggiore di sviluppare patologie cardiache e cinque volte maggiore di sviluppare il diabete. Nei Paesi industrializzati è un problema grave e negli Stati Uniti colpisce più del 40% degli over50. In Italia, si calcola che gli adulti affetti da sindrome metabolica siano più di 10 milioni, in particolare è comune tra chi ha superato i 50-60 anni di età, anche se non mancano casi di ragazzi e bambini che già manifestano i segni di un quadro clinico spesso determinato dalla presenza simultanea di tre condizioni: diabetepressione alta e obesità. È quindi evidente la necessità di correre ai ripari.  Ma come? La migliore arma di prevenzione è l’adozione di uno stile di vita sano, basato sul mantenimento del peso forma, la pratica regolare di un’attività fisica quotidiana, e una dieta equilibrata che consenta di tenere sotto controllo la pressione del sangue, i valori di colesterolo e la glicemia.

Gli alimenti anti invecchiamento

Prevenire le malattie croniche, in continuo aumento con l’invecchiamento della popolazione (l’Italia è il Paese più longevo d’Europa con 14 mila ultracentenari, in 1.112 sopra i 105 anni) e stili di vita scorretti sono le possibilità che offre la nutraceutica, disciplina che studia i principi attivi contenuti nei cibi e nelle piante e che associa la nutrizione a un approccio farmacologico. Il cibo è visto come una medicina:

  • aglio
  • lupino
  • sedano
  • potassio
  •  zinco
  •  magnesio (abbassano la pressione arteriosa)
  • zinco
  • magnesio  (migliorano il sonno nell’anziano)
  • tè verde
  • Omega3 (proteggono il cuore)  
  • curcuma
  • olio extravergine d’oliva (sono potenti antinfiammatori)
  • mais (contrasta gli effetti dello smog)
  •  pesce azzurro (contiene Omega3 e Omega6, tengono sotto controllo il livello dei trigliceri, contrastano il colesterolo cattivo)
  • broccoli (sono una preziosa riserva di vitamine e sali minerali)
  • cacao (ricco di proteine, lipidi, sali minerali e vitamine del gruppo B che combattono l’azione dei radicali liberi e aiutano a mantenere la concentrazione)

I nutraceutici possono essere assunti sia sotto forma di alimento naturale, sia come “alimento arricchito” di uno specifico principio attivo (esempio il latte addizionato con vitamina D) o in forma di integratori alimentari in compresse.

Prevenzione

Costruire una  dieta nutraceutica però non è cosa semplice perché non si sa cosa ci sia di preciso nei cibi e le quantità che si assimilano non sempre sono sufficienti. Anche per questo motivo la dieta mediterranea è ancora oggi considerata la migliore, non  a caso il Cilento – dove è nata – è il paese più longevo d’Italia. La ricetta per vivere più lungo è alla portata di tutti. Non solo dieta sana e equilibrata, attività fisica costante e regolare di tipo aerobico ma anche  moderazione nel consumo di alcol e astensione dal fumo.