It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Prosegue il progetto “A tutta Vita”, realizzato con lo scopo di sensibilizzare i ragazzi sull’importanza delle buone abitudini e di un sano stile di vita. La nuova edizione è focalizzata sul corretto utilizzo della tecnologia. Il progetto educativo ideato da Medtronic - azienda specializzata nel settore dei dispositivi medicali - in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e con l’Università degli Studi di Milano-Csr dopo il successo dell’anno scorso, arriva alla seconda edizione con un duplice obiettivo: sensibilizzare i giovani sull’importanza di una vita equilibrata e promuovere corretti stili di vita, mirando a ridurre le dipendenze digitali oggi sempre più comuni, soprattutto tra i giovani, e favorendo la creazione di una comunità sempre più sana, attiva e responsabile.

“A tutta Vita” – si legge in una nota - si fonda sulla sinergia tra scuola e famiglia, entrambe con un ruolo fondamentale nello sviluppo di una nuova cultura della salute e un’indispensabile educazione al benessere sia come diritto sia come dovere. Tecnologia, digitalizzazione, social, connessione, rapporti interpersonali ai tempi del Covid-19 sono solo alcuni dei temi ricorrenti della nuova guida didattica per promuovere il progetto che riparte oggi, rivolto agli alunni delle scuole secondarie di I e II grado, dai 13 ai 16 anni. Ragazzi che, nell’anno appena trascorso, a causa della pandemia, hanno dovuto affrontare un’esperienza insolita e, per molti, drammatica in un’età già ricca di dubbi e difficoltà.

I ragazzi – evidenzia la nota - per mesi si sono affidati esclusivamente agli strumenti tecnologici e digitali per mantenersi in contatto con gli amici, i compagni di scuola, i nonni. Queste giovani generazioni vanno oggi aiutate a comprendere che, se usato in maniera intelligente, costruttiva ed equilibrata, il digitale è molto più di una finestra sulla vita propria e altrui: può dimostrarsi una risorsa irrinunciabile, una grande piattaforma piena di occasioni e opportunità per realizzare le proprie potenzialità e raggiungere uno stato di benessere comune e condiviso, in un'ottica quindi di arricchimento umano, culturale e professionale, nonché di inclusione e sostenibilità.

Per sollecitare la curiosità dei ragazzi e renderli più consapevoli e responsabili nella scelta dei propri stili di vita e nell’instaurare un sano ed equilibrato rapporto con la tecnologia e con gli strumenti digitali, si è scelto di utilizzare un linguaggio semplice e immediato integrando la piattaforma che già ha riscosso grande interesse lo scorso anno con ulteriori approfondimenti. La nuova monografia prende spunto dal momento attuale che stiamo vivendo e dalla crescita esponenziale che la digitalizzazione ha avuto con la diffusione del Covid-19: le notevoli opportunità offerte dalla digitalizzazione, i cambiamenti imposti dai recenti avvenimenti, l’emergenza Covid-19 e la didattica a distanza, le conquiste raggiunte grazie al corretto utilizzo di scienza e tecnologia, le nuove responsabilità verso le quali i giovani sono chiamati per costruire un mondo improntato al benessere di tutti. Tutto ciò in linea anche con le nuove Linee guida del ministero dell’Istruzione per l’insegnamento dell’Educazione civica e con gli obiettivi globali per lo sviluppo sostenibile dell'Onu.

La piattaforma e il kit multimediale sono stati sviluppati da Civicamente, da sempre impegnata in progetti educativi con il ministero, e si dimostrano strumenti pedagogici innovativi in grado di generare consapevolezza, indurre i ragazzi all’adozione di comportamenti corretti e aumentare la conoscenza sulle tematiche al centro della campagna. Crediamo nei giovani, nel loro potenziale e nell’apporto insostituibile che possono dare alla società: per questo motivo abbiamo deciso di sviluppare, già dallo scorso anno, questo progetto”, dice Michele Perrino, Presidente e Amministratore delegato di Medtronic Italia. “In particolare, in questa edizione, abbiamo voluto sensibilizzarli su temi così importanti come l’adozione di comportamenti sani ed equilibrati volti a prevenire ogni tipo di dipendenza, prime fra tutte quelle di natura digitale”.

“Per il ministero dell'Istruzione sensibilizzare i giovani sull’utilizzo corretto degli strumenti digitali oggi a disposizione, evitando abusi e dipendenze, è un'assoluta priorità", viene dichiarato dalla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione. "Grazie al progetto “A tutta vita”, condiviso con Medtronic, possiamo affermare, dai risultati ottenuti, che abbiamo contribuito a creare nuove competenze di cittadinanza attiva sul benessere, sulla salute, sulla consapevolezza di sé utilizzando metodologie molto attuali basate sulla gamification”.

22/09/2021

Curated Tags