It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Il periodo delle festività è generalmente denso di impegni familiari e mondani che hanno come elemento centrale il cibo, sfizioso ma spesso poco salutare... E il risultato è che, trascorso il periodo dei bagordi, ci si ritrova non solo con qualche chilo di troppo, ma anche con valori di colesterolo in netto peggioramento. Ciò rappresenta un problema particolarmente preoccupante per le persone che già soffrono di ipercolesterolemia e che, quindi, dovrebbero cercare di mantenere la propria alimentazione sotto controllo in maniera continuativa. Qualche eccezione è concessa, ma è importante imparare a mangiare in maniera sana anche nelle occasioni speciali, senza per questo rinunciare al piacere di stare a tavola.

Regole alimentari per tenere sotto controllo il colesterolo

In generale, il cosiddetto colesterolo “cattivo” o colesterolo LDL, responsabile di favorire lo sviluppo di malattie cardiovascolari, viene incrementato dal consumo di cibi ricchi di grassi, come insaccati e formaggi, ma anche da uova, alimenti raffinati, fritti e alcol. Chi soffre di colesterolo alto deve ridurre il più possibile l’assunzione di questi prodotti e, invece, aumentare le porzioni di frutta e verdura, meglio se di stagione perché maggiormente provviste di sostanze nutritive. Anche cereali integrali, pesce, legumi e frutta secca sono raccomandati e possono diventare gli ingredienti di ricette appetitose, degne della tavola delle feste.

Antipasti con cavolo nero e salmone

Per cominciare bene, si possono preparare delle chips di cavolo nero, semplici da realizzare e saporite, oltre che molto sane. Il cavolo nero, infatti, fa parte della famiglia delle crucifere, come broccolo e verza, e contiene vitamine e antiossidanti in abbondanza. Un altro antipasto da aggiungere al menu delle feste può essere una coppetta con mousse di avocado e yogurt, insieme a salmone affumicato, per appagare il palato e fare il pieno di omega 3, i cosiddetti grassi “buoni”, che aiutano a mantenere i giusti livelli di colesterolo nel sangue.

Primi piatti tra polpo, zucca e lenticchie

Per il primo piatto c’è l’imbarazzo della scelta, considerando gli abbinamenti possibili tra legumi, cereali integrali, verdure di stagione e altri ingredienti saporiti e salutari. Un esempio sono gli spaghetti integrali con ragù di polpo, per un primo veramente ad effetto. Il polpo è caratterizzato da un elevato apporto proteico e da una bassa quantità di colesterolo, oltre ad essere un ingrediente versatile e capace di dare un tocco di originalità alla portata. Gli amanti delle spezie possono anche mettere in tavola una zuppa di lenticchie e zucca, aromatizzata con zenzero e cumino: un'esplosione di sapore e, nello stesso tempo, tante vitamine, proteine, fibre e sali minerali, a fronte di un limitato apporto di grassi e calorie.

Secondo e contorno: involtini di merluzzo con insalata di arance

Anche fra i secondi si possono trovare opzioni interessanti, come involtini di merluzzo con crema di cannellini, ideale per evitare la carne e limitare i grassi, ma con gusto. Come accompagnamento, nulla di meglio di una bella insalata con arance, finocchi e noci, da condire con succo di arancia e pepe: bella da vedere, deliziosa da mangiare e sana, grazie alla presenza di vitamina C, fibre e potassio.

Un dolce leggero all’aroma di cannella

Un pasto delle feste non può prescindere da un bel dessert, ma è meglio non eccedere con creme al mascarpone e torroni, che tra uova e zuccheri non sono certo in linea con i propositi salutari. Un’idea che non farà rimpiangere le solite scelte è una torta all’acqua con mele e cannella, adatta all’atmosfera del periodo, leggera e molto buona. Niente burro, sostituito con olio di semi, e niente latte, grazie all’utilizzo dell’acqua, ma tanto sapore, dato dal mix vincente di frutta e spezia, e una consistenza soffice e delicata.

Con un po’ di attenzione, è possibile, quindi, allestire un menu delle feste dall’antipasto al dolce buono per il palato e per la salute, riuscendo anche a sperimentare sapori e abbinamenti inusuali e appaganti.