It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Al via il programma Invisible Nation una rete mondiale di associazioni dei pazienti e altre organizzazioni coinvolte nella prevenzione del rischio cardiovascolare (CV) e impegnate nel cambiare la gestione della malattia aterosclerotica (Ascvd, Atherosclerotic cardiovascular disease). Il progetto di Global Heart Hub, facilitato da Novartis, si propone di mettere a punto, attraverso Invisible Nation, un programma in grado di prevenire molti dei 15 milioni di decessi annui per Ascvd e a ridurre quello che potrebbe presto diventare un costo di 1.000 miliardi di dollari l’anno per le malattie cardiovascolari.

La stragrande maggioranza dei decessi correlati all’arteriosclerosi o malattia aterosclerotica si può prevenire, ma la maggior parte dei Paesi non ha ancora attivato percorsi per raggiungere l'obiettivo dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) di una riduzione del 25% della mortalità cardiovascolare entro il 2025.

Partendo da una valutazione dei costi umani e sociali, Invisible Nation punta a sostenere e a vigilare sugli impegni dei governi per affrontare la malattia con la realizzazione di partnership innovative e nuovi modelli di gestione in grado di dare un’accelerazione allo sforzo mondiale per ridurre la mortalità correlata alla malattia aterosclerotica.

L'aterosclerosi è una malattia dovuta alla formazione di una placca dovuta all'accumulo di lipidi, principalmente colesterolo a bassa densità (Ldl) nel rivestimento interno delle arterie. Quando una placca aterosclerotica si stacca, cosa che avviene improvvisamente, può verificarsi un evento cardiovascolare come un infarto o un ictus. L'Ascvd rappresenta oltre l'85% di tutti i decessi per malattie cardiovascolari3. ASCVD è la principale causa di morte nell'Unione Europea.

"Molti si stupiscono che milioni e milioni di persone muoiano ogni anno di malattia aterosclerotica, e sono ancora più sorpresi quando si rendono conto che questa terribile perdita di vite è circa il 60% superiore al numero di decessi attribuiti al cancro", ha affermato Neil Johnson, direttore esecutivo del Global Heart Hub. "Se questo è un fatto sconvolgente, è ancora più impressionante che l'80% degli eventi cardiovascolari possa essere prevenuto. Le organizzazioni dei pazienti hanno l'opportunità – e la responsabilità – di fare presente la realtà della malattia aterosclerotica, per promuovere una prognosi migliore e la riduzione delle morti premature. Aumentando la consapevolezza, si attiva il cambiamento”.

Nel concreto, Invisible Nation sosterrà gli sforzi per la definizione delle politiche per riscrivere il modo in cui i governi, i sistemi sanitari e altri stakeholder possono lavorare insieme per invertire la tendenza della malattia aterosclerotica e guidare finalmente la riduzione delle morti per problemi cardiovascolari.

Global Heart Hub si concentrerà a lavorare con le associazioni dei pazienti e gli altri attori coinvolti nella prevenzione, diagnosi e trattamenti delle malattie cardiovascolari per finalizzare il piano d'azione e allinearsi su iniziative e progetti specifici per sostenere i governi e i sistemi sanitari a raggiungere l'obiettivo dell'Oms di una riduzione del 25% della mortalità cardiovascolare entro il 2025. Novartis, dal canto suo, assisterà i gruppi di pazienti per facilitare l’accesso alle reti di informazione e ai contenuti necessari per collaborare con i sistemi sanitari locali, le autorità sanitarie e i responsabili delle politiche impegnati sullo stesso obiettivo.

Accanto a Invisible Nation, Novartis sostiene la recente Dichiarazione dei ministri della salute del G-20, che riconosce che le malattie non trasmissibili, come le malattie cardiovascolari, possono aumentare la gravità e il rischio di morte per Covid-19. L’azienda si impegna inoltre a collaborare con opinion leader, società scientifiche, autorità sanitarie e organizzazioni non governative di tutto il mondo per evidenziare l'urgenza di curare le malattie cardiovascolari e identificare nuovi modelli di partnership per un più ampio accesso all'innovazione e alla trasformazione del sistema sanitario.

"Invisible Nation è un catalizzatore per l'azione tra le organizzazioni di pazienti in tutto il mondo - ha affermato Marie-France Tschudin, Presidente di Novartis Pharmaceuticals -. I gruppi di pazienti, che parlano per i milioni di persone che muoiono a livello globale per malattia aterosclerotica, hanno il dovere importante di garantire che questa condizione sia riconosciuta e affrontata come il killer numero uno al mondo. Novartis è orgogliosa di collaborare con Global Heart Hub e di compiere questo prossimo passo concreto per invertire la crisi sanitaria perché non si ignori la perdita di vite umane e i costi finanziari della malattia aterosclerotica”.

19/10/2021

Curated Tags