It looks like you are using an older version of Internet Explorer which is not supported. We advise that you update your browser to the latest version of Microsoft Edge, or consider using other browsers such as Chrome, Firefox or Safari.

Le persone affette da una malattia renale cronica soffrono di un malfunzionamento dei reni che tende ad aggravarsi col tempo, determinando un progressivo peggioramento delle condizioni fino alla necessità, allo stadio finale, di ricorrere a dialisi o a trapianto di rene. Riuscire a identificare la malattia renale cronica ai primi stadi è importante per intervenire in tempo e ridurre il rischio di serie conseguenze.

Che cos’è l’insufficienza renale cronica

L’insufficienza renale implica l’incapacità dei reni di svolgere efficacemente le loro funzioni, ovvero:

  • filtrare le scorie dal sangue, attraverso la emissione di urina;
  • regolare l’equilibrio dei liquidi e degli elettroliti (sali) dell’organismo;
  • regolare l’equilibrio acido-base del sangue;
  • produrre la glicoproteina eritropoietina, l’ormone che regola la produzione di globuli rossi.

In caso di malattia renale cronica questa perdita di funzionalità avviene in maniera graduale ed è spesso irreversibile ma, se intercettata prima degli stadi più avanzati, si può riuscire arallentarne la progressione grazie a terapie farmacologiche e cambiamenti dello stile di vita e dell’alimentazione.

La progressione della malattia

Nell’evoluzione della malattia renale cronica vengono identificati 5 stadi, in base ai valori di VFG del paziente, ovvero di Velocità di Filtrazione Glomerulare (espressa in ml/min), cioè il volume di sangue che viene filtrato dai glomeruli renali ad ogni minuto; si considera inoltre la presenza o meno di proteine nelle urine (proteinuria), segno indicativo di un danno renale in atto.

  • Stadio 1: a questo stadio non sono presenti sintomi e i valori di VFG sono normali o lievemente aumentati, ma è presente proteinuria.
  • Stadio 2: il danno renale è moderato e determina una prima diminuzione dei valori di VFG a un livello di 60-89 ml/min, ed è presente proteinuria. Anche a questo stadio i sintomi sono di solito assenti.
  • Stadio 3: questo stadio si differenzia in 3a e 3b ed è caratterizzato da un danno renale con discreta riduzione di VFG. Durante la fase 3b compaiono spesso alcuni sintomi come difficoltà di concentrazione, formicolio o intorpidimento dei nervi. Possono anche iniziare a manifestarsi complicazioni, come ipertensione, anemia e disturbi ossei
    Da questo stadio la terapia farmacologica e dietologica diventano indispensabili per rallentare la progressione della malattia.
  • Stadio 4: il danno renale comporta a questo stadio una severa riduzione di VFG. Il paziente avverte solitamente riduzione dell’appetito, nausea e minore forza fisica. Altre conseguenze tipiche dell’evoluzione della malattia sono prurito, gonfiore delle gambe e intorno agli occhi, respiro corto.
  • Stadio 5: si tratta dello stadio finale dell’insufficienza renale, quando i valori di VFG scendono al di sotto di 15 ml/min. I reni hanno ormai perso quasi tutta la loro capacità di svolgere le proprie funzioni ed è quindi necessario adottare una terapia sostitutiva, ricorrendo alla dialisi o al trapianto del rene.

Diagnosi di insufficienza renale cronica: i parametri da monitorare

Nella maggior parte dei casi, i pazienti scoprono di soffrire di una malattia renale cronica solo quando i reni hanno perso già il 50/60% della loro funzionalità.
Per evitare di arrivare a questo punto, è importante controllare nel tempo i livelli di creatinina nel sangue e di albuminanelle urine. Questi semplici controlli (creatinina nel sangue con calcolo automatico del VFG ed esame dell’urina) vanno effettuati regolarmente soprattutto in presenza di diabete, ipertensione, obesità e nei soggetti sopra i 65 anni. Infine, curare bene la pressione alta e il diabete è fondamentale per ridurre il rischio di malattia renale cronica.

20/04/2022

Insufficienza renale cronica. Gli stadi della malattia

Stai lasciando l'area PAG

Ora sarai reindirizzato su un contenuto dell'area pubblica